Pittrice e grafica

Anna Maria Calamandrei Santi

Anna Maria Calamandrei Santi

Pittrice e grafica

Il punto è guardare le cose dall’interno, sentirle vibrare nell’intimo, ancor prima di tradurle in un’immagine, in un segno.


Email

Telefono

3355257576


Notizie biografiche

Firenze, 20 marzo 2020

Annamaria inizia ad esporre in anni recenti con l’Associazione Toscana Cultura e la Galleria Simultanea Spazi d’Arte. Presenta opere nelle più importanti città d’Italia. All’estero raggiunge prestigiose gallerie a New York, Amburgo, Oxford, Stoccarda, Barcellona, Amsterdam, Oporto, Berlino, Stoccolma . Sue opere partecipano a mostre al Carrousel du Louvre a Parigi, all’Oud Siint Museum di Bruges per la Biennale Internazionale delle Fiandre, all’Istituto Italiano di Cultura a Vienna, a Palazzo Brancaccio e alle Sale del Bramante a Roma, al Museo Levi, la Fiera del Mediterraneo a Palermo, a Palazzo Ximenes, Palazzo della Regione e le più importanti gallerie di Firenze, Bologna e Venezia.

Tra i premi ricevuti, si ricordano: Il XXXII e il XXXVI Premio Firenze – Sezione Arti Grafiche, il Premio Le Marais (Galleria Thuillier, Parigi), il Premio Michelangelo (Gadarte, Firenze), il Premio Toscana Cultura Donna (Ass. Toscana Cultura, Firenze), il Premio Grafica nella Biennale Internazionale di Grafica della Società Belle Arti, il premio grafica Kevo Cavallini con Simultanea Spazi d’Arte. Nel Giugno 2016 è insignita del Collare Laurenziano a Palazzo Vecchio, dall’Accademia lnternazionale Medicea, nell’ambito del XXXI Premio Lorenzo il Magnifico. Nel 2019 realizza, con gli artisti del Gruppo Donatello di Firenze, la mostra “Castelli in Arte”, ne assicura visibilità sul sito Istituto Nazionale dei Castelli e con il m° A. Martini ne predispone il catalogo. È iscritta all’Accademia di Belle Arti.

È presente in collezioni private tra cui “La raccolta delle stampe e dei disegni” della Collezione Cavallini – Sgarbi e la prestigiosa raccolta della “Fondazione Il Bisonte, Scuola Internazionale di Grafica d’Arte”. Le sue opere sono in dotazione alla Galleria Florence Art Firenze, a collezionisti, alla Banca Intesa San Paolo.

È pubblicata nelle prime pagine dei cataloghi dell’Arte Moderna Mondadori (CAM), in Donne nell’Arte in Toscana a cura di Toscana Cultura, nell’Annuario d’Arte Contemporanea “Artisti“ a cura di Vittorio Sgarbi, in Effetto Arte, diretto dal critico d’arte Paolo Levi, in Overart. Numerosissimi i cataloghi. È socia, a Firenze, del Gruppo Donatello, della Società delle Belle Arti “Casa di Dante“, di Simultanea Spazi d’Arte, di Toscana Cultura, dell’Accademia Internazionale Medicea, dell’Istituto Italiano dei Castelli. Nel 2019, aderisce alla mostra Ex Voto della Fondazione Maimeri, a Milano e al Museo Marino Marini FI., partecipa ad eventi espositivi delle Gallerie fiorentine ,espone a MADRID al Premio Velazquez. Nel Febbraio 2020 è negli Emirati Arabi ed espone a DUBAI per il Dubai Art Festival. A Marzo vengono rimandate a date da posporre la Bipersonale per il premio Kevo Cavallini, la mostra in Regione ‘Insieme per l’arte’a cura dell’Accademia Internazionale Medicea e ‘Io, noi e gli Altri’ del Gruppo Donatello. Nel Giugno è con sue opere a NEW YORK, dove ha già esposto con Saphira e Ventura. In questo secondo appuntamento artistico è ospite della Galleria White Space Chelsea per il New York Artexpo. Hanno scritto di lei Giovanni Faccenda, Paolo Levi, Daniela Pronesti, Silvia Ranzi ed altri.

Incide su lastre di zinco e di rame, in genere 50×50 cm, con tutte le tecniche calcografiche che possono ben esprimere il suo obiettivo artistico. Volendo notizie, immagini e suoi video, questi sono reperibili su Google e su “Affordable Art Point Orler” digitando: Anna Maria Calamandrei Santi.

Frammenti critici

Il realismo delle armonie silenti

[…]Un realismo pervaso da accenti romantici e memoriali, con taluni interludi di ordine astratto e, talvolta, perfino visionario, caratterizza nelle sue peculiarità più evidenti la suggestiva opera incisoria di Anna Maria Calamandrei Santi. In ognuno degli ambiti tematici trattati – nature morte, luoghi, figure gravate dal fardello dell’esistenza -, il segno dell’artista è rivelatore di più ampi tracciati intimi, al solito densi di idilli e mutevoli fascinazioni. Vi convergono armonie silenti, attimi catturati e perpetuati sulla lastra a dispetto del tempo, il senso di qualcosa che è stato o che potrebbe accadere presto come nell’avverarsi di un presagio segretamente incombente. Sono, nella maggior parte dei casi, lavori che Calamandrei Santi porta a compimento su lastre di dimensioni tutt’altro che ridotte (50×50 cm),sfidando la complessità della gestione che contraddistingue simili supporti. Occorre infatti prestare lucida attenzione ai tempi di morsura, dilatati come quelli della sabbia che si riversa da un’ampolla all’altra nella clessidra, e alla composizione del colore calcografico mischiato in giuste dosi a talco e olio di lino, usato per la stampa successiva. L’esito, originale – nei differenti passaggi all’acquaforte, all’acquatinta e alla puntasecca -, ravviva l’idea di un’apparenza pittorica che è, viceversa, soltanto raffinato completamento di incisioni sapientemente condotte su piani di rame o zinco.[…].

Giovanni Faccenda

Mare nel cielo

La particolarità delle opere dell’artista Santi Calamandrei, risiede nel portare a nuova vita, delle tecniche che ad oggi, nel panorama artistico contemporaneo, non è facile ritrovare in tutta la loro bellezza. L’incisione a punta secca, le acquaforti, con i loro tratti graffiati ed energici, sono essenziali nella loro grandezza e capacità d’espressione. La Calamandrei sceglie diversi soggetti, dal paesaggio di mare in cui i fichi d’India si stagliano a definirne la profondità, al paesaggio di campagna, fino alla natura morta, con la sua semplice atmosfera di quotidianità e di ogni soggetto o oggetto che sceglie di rappresentare, ne mostra l’anima all’istante, tralasciando l’aspetto superficiale mostrando invece quello più intimo. Anche la scelta del monocromatico, quasi obbligata dalla tecnica di cui si avvale l’artista, contribuisce all’unicità di queste incisioni, dando pathos e carattere all’immagine. Un viaggio tra colori, in cui ogni graffio e ogni lieve variazione tonale, è un particolare imperdibile della personalità dell’opera.

Paolo Levi

In hoc signo... vivo

[…] Il punto uardare le cose dall’interno, sentirle vibrare nell’intimo, ancor prima di tradurle in un’immagine, in un segno. Soltanto così la superficie diventa depositaria di una confessione, come le pagine di un diario in cui appuntare ciò che si è vissuto o immaginato…Vicini alla pittura possono dirsi certi passaggi graduali di tono – dal grigio più scuro a quello più chiaro- da cui dipende l’atmosfera indistinta e nebbiosa che si respira nei paesaggi.

Orizzonti marini, città e scene d’interni: ambientazioni che Anna Maria sceglie per i suoi racconti, estraendole ora da un ricordo ora dalla quotidianità. Il colore crea un diverso rapporto tra i valori compositivi della superficie: il suo compito non è attenuare la forza espressiva del segno, ma, al contrario, diventare esso stesso un segno che compartecipa alla poetica del racconto. Le soluzioni cromatiche e materiche delle opere più recenti indicano un lento ma progressivo scivolamento nell’astratto. La realtà è ancora il principale referente, ma si avvertono già gli effetti di una piena interiorizzazione dei mezzi espressivi: il segno-colore, le velature, l’andamento del tratto – ora più marcato ora ridotto ad un sottile filamento – evocano una dimensione densa di attese e silenzi, in cui è il vissuto dell’artista, senza altri filtri, la traccia impressa sulla matrice [….].

Daniela Pronesti

Il profondo del bosco

Anna Maria Santi Calamandrei è un’artista di derivazione tradizionale, che ricerca l’impatto visivo, emozionale, con la potenza di un eloquente narrato. Unisce infatti, la padronanza della tecnica incisoria, a uno sperimentalismo teso all’innovazione artistica. Opere dal forte impatto visivo e descrittivo, perseguito attraverso un attento lavoro di ricerca e studio, in cui l’immagine possiede tutto il potere demiurgico e catalizzatore solitamente proprio della parola, producendo una catartica meraviglia nello spettatore. Un lavoro arduo di estrema precisione, quello dell’artista Santi Calamandrei, svolto con perizia tecnica impeccabile e un gioco prospettico ben curato, capace di comunicare messaggi di grande passione e sensibilità. Così l’artista diviene interprete di infinite emozioni dando vita a immagini che colmano i silenzi in dialettiche espressive di grande intensività emotiva.

Jose Van Roy Dalì

Mostre e partecipazioni

Mostre e partecipazioni 2018

Gennaio: Collettiva Simultanea Spazi d’Arte, Firenze

Gennaio: Collettiva Gruppo Donatello, Firenze8

Febbraio: Insieme Per l’Arte – Accademia Internazionale Medicea, Palazzo Bastogi, Firenze

Marzo: Art Festival in Porto, Porto Art Gallery, Porto

Maggio: Futurarte 2018, Museo MIIT, Torino

Maggio: MUSicA – Auditorium al Duomo, Firenze

Giugno: Collettiva Società Belle Arti, Casa di Dante, Firenze

Giugno:XLVIII Mostra in Piazza, Gruppo Donatello, Firenze

Settembre: ART&FREEDOM, Saphira e Ventura Gallery, New York

Ottobre: Concorso Internazionale d’Arte Omaggio a Stefano Ussi, Mostra collettiva dei

finalisti, Società delle Belle Arti, Firenze

Novembre: Biennale Internazionale delle Fiandre, Il Mondo dell’Arte si Incontra a Bruges,

Museo Oud Sint Jan Museum, Bruges

Dicembre: XXXVI Premio Firenze, Sezione Grafica, Esposizione nel Salone dei Cinquecento, Palazzo Vecchio, Firenze

Mostre e partecipazioni 2019

Gennaio: Collettiva Gruppo Donatello – Gruppo Donatello Firenze, Firenze

Marzo: Insieme per ‘Arte – Accademia Internazionale Medicea, Firenze

Marzo: Gruppo Donatello “D” come Donatello e Donna, Firenze

Aprile: Collettiva di primavera – Società delle Belle Arti – Firenze

Aprile: Artisti in Maremma – Toscana Cultura –  Castello Orsini – Pitigliano

Maggio: Castelli in Arte – Gruppo Donatello – Firenze

Maggio: Sale Affrescate Comune di Pistoia – CNA Toscana, Pistoia

Giugno :XLIX mostra all’aperto Gruppo Donatello – Firenze

Ottobre: Ex Voto – Per Arte Ricevuta, Mondadori Store e GrandArt – Milano

Ottobre: Mostra di pittura, scultura e arte orafa dedicata a Leonardo, Caterina e Cosimo I -Educandato della Santissima Annunziata – Firenze

Novembre: Premio Claudio Cavallini – Kevo, III Edizione-  Simultanea Spazi d’Arte-fFI Fi

Novembre: Premio  Biennale di Grafica – Società delle Belle Arti –  Casa di Dante – Firenze

Novembre: Premio Velazquez – Arte Italia MIIT Torino – Appa Art Gallery – MADRID

Novembre: Ex Voto – Fondazione  Maimeri – Milano

Dicembre:Arte Contemporanea – Limonaia di Palazzo Strozzi-Toscana Cultura- Firenze

Dicembre :Ex Voto  -Fondazione Maimeri- Museo Marino Marini-Firenze

Mostre e partecipazioni 2020

Gennaio: Rassegna Internazionale di Artisti -Simultanea Spazi d’Arte -Firenze

Gennaio: Collettiva -Gruppo Donatello -Firenze

Febbraio: Ex Voto – Fondazione Maimeri -Museo Marino Marini  Firenze

Febbraio: Finestre che si affacciano sui muri. – Gruppo Donatello  – Firenze

Febbraio: Art Festival 2020- Cultural Centre Umm Al Quwai- DUBAI

Marzo: Bipersonale Premio Grafica Kevo Cavallini – Simultanea S.d’Arte- RIM.

Marzo: Insieme per l’Arte- PalazzoRegione – Accademia Internazionale Medicea- RIM.

Marzo: Io e gli altri- Gruppo Donatello -Firenze- RIM

Giugno: Italian New York Art Expo -White Space Chelsea- NEW YORK